Aglianico del Vulture premiato ad Asti

Asti, capitale del Monferrato e del vino, ha premiato quattro case vinicole del Vulture in occasione della quarantunesima edizione del Salone nazionale di vini selezionati “Douja d'Or”, tra le più prestigiose rassegne enologiche italiane.
L'Oraziano 2007 della casa Armando Martino di Rionero in Vulture si è aggiudicato l’Oscar Douja, il riconoscimento più ambito in quanto riservato ad un ristretto novero di vini capaci di riportare, nelle varie fasi di degustazione, valutazioni superiori ai 90/100 da parte delle 36 commissioni formate da oltre 250 esperti assaggiatori dell'Onav.
I premi “ordinari” sono andati all'Aglianico del Vulture 2007 “Pretoriano” (sempre di Martino), al “Gesualdo da Venosa” 2008 della Cantina di Venosa, a “La Firma” 2010 delle Cantine del Notaio di Gerardo Giuratrabocchetti (Rionero) e all’Aglianico del Vulture 2009 di “Vigne del Vulture” (Melfi).
“Questi premi confermano una volta ancora la collocazione dell’Aglianico del Vulture nella fascia alta dei vini di pregio italiani, coniugando tradizione e innovazione ma sempre nel pieno rispetto del territorio - sottolinea il presidente della Camera di Commercio di Potenza, Pasquale Lamorte –. Il Douja d’Or è il giusto riconoscimento al coraggio e alla tenacia dei produttori del Vulture che, nonostante le difficoltà del mercato e la persistente crisi globale, non rinunciano a proseguire sulla strada della qualità e anzi si adoperano, anno dopo anno, per migliorare gli standard già eccellenti del principe dei vini lucani“.

Fonte:

http://www.basilicatanet.it/basilicatanet/site/Basilicatanet/detail.jsp?...