Riconoscimento Aglianico del Vulture Superiore DOCG

La Denominazione di Origine Controllata e Garantita Aglianico del Vulture Superiore è riservata al vino già riconosciuto a denominazione di origine controllata con D.P.R. del 18 febbraio 1971, che risponde alle condizioni ed ai requisiti del disciplinare di produzione, e prevede la tipologia Aglianico del Vulture Superiore Riserva.

Il vino "Aglianico del Vulture Superiore" DOCG dovrà avere una gradazione alcolica complessiva minima naturale di 13,50%, con un invecchiamento di tre anni. Per la denominazione "Riserva"  l'invecchiamento sarà di cinque anni.

Le caratteristiche che lo distinguono: il colore dal rosso rubino intenso tendente al granato, con riflessi aranciati dovuti all’invecchiamento; il profumo è tipico, gradevole ed intenso; il sapore è secco, giustamente tannico, sapido, persistente; armonico e vellutato con l’affinamento, in relazione alla conservazione in recipienti di legno il sapore dei vini può rilevare lieve sentore di legno.

Il disciplinare dell'Aglianico del Vulture Superiore Docg è stato approvato con decreto Mipaaf del 2 agosto 2010  G.U. n.188 del 13 agosto 2010 (10A09889).

Fonte: Portale dei servizi di sviluppo in agricoltura.